Progetti

Riabitare la Valle

Il rilancio della vita in valle rappresenta una sfida quanto mai affascinante e di fondamentale importanza.

Testo: Gruppo Multi, foto: Ascona Locarno Turismo

Perché vivere o trasferirsi in valle?

È questa, in sintesi, la domanda che si pone lo studio commissionato al Gruppo Multi da parte di vari Enti, Comuni e Istituzioni legati alle Valli del Locarnese (Centovalli, Onsernone, Verzasca, Vallemaggia, Terre di Pedemonte ed Ente Regionale per lo Sviluppo del Locarnese e Vallemaggia).

Negli anni l’alta Vallemaggia come pure la maggior parte delle valli del Locarnese, ha dovuto far fronte a una diminuzione oltre ad un invecchiamento della popolazione. Le cause sono diverse e nonostante diversi sforzi intrapresi per contrastare questa dinamica è stata messa a dura prova la comunità di alcune valli, soprattutto quelle più isolate.

Le misure di rilancio intraprese si sono concentrate su vari fronti tra cui il turismo, il miglioramento degli accessi, la diffusione della banda larga, le misure dei Masterplan, … che però necessitano di ulteriore lavoro per assicurare in modo duraturo una vita serena in valle.

Con queste premesse da circa un anno è in corso uno studio che intende “fotografare” la situazione di partenza, metterla in relazione con i trend ed il contesto attuale e soprattutto proporre delle misure di rilancio per incentivare e migliorare la vita in valle.

 

Perché uno studio?

Il rilancio della vita in valle rappresenta una sfida quanto mai affascinante e di fondamentale importanza da un punto di vista territoriale e culturale.

La riqualificazione dei villaggi nelle zone più discoste, in particolare, permette non solo di conservarne il patrimonio architettonico, ma anche di renderlo adatto a soddisfare nuove esigenze abitative, favorendo così un mantenimento e un ritorno alla vita in valle.

Sul piano culturale, invece, il recupero di queste aree coincide con la salvaguardia delle loro tradizioni e dei loro valori e, di conseguenza, della loro stessa identità.

 

Cosa si sta facendo?

Lo studio è rivolto sia alla Vallemaggia, che alle valli vicine limitrofe e prende in considerazione due aspetti: da una parte è stata svolta un’analisi demografica (evoluzione della popolazione e fenomeni migratori) e del mercato immobiliare (numero di alloggi disponibili, sfitti e/o in costruzione), dall’altra questi risultati sono stati contestualizzati con i principali trend in atto, oltre ad alcuni casi di successo rilevati nei paesi limitrofi. 

Prima di passare alle conclusioni ed alle proposte di misure concrete si è ritenuto fondamentale raccogliere il punto di vista e le esigenze di chi già vive in valle, nonché delle persone che attualmente vivono fuori dalle stesse.

Su iniziativa dei promotori dello studio (Centovalli, Onsernone, Vallemaggia, Verzasca, Terre di Pedemonte, ERSLVM) è stato dunque avviato un sondaggio, coordinato dal Gruppo Multi, rivolto ai cittadini delle valli, inclusa la Vallemaggia.

Questo sondaggio mira a capire le esigenze degli abitanti della valle, al fine di migliorare i servizi e le condizioni di vita attuali, rendere la valle un luogo migliore in cui vivere e capire al meglio come attrarre futuri nuclei famigliari.

Vi invitiamo perciò a prendere parte a questa inchiesta, completamente anonima e della durata di circa 7 minuti: www.multi.re/4valli

La vostra opinione è importante per contribuire a un futuro prosperoso della Valle: grazie sin d’ora per il vostro aiuto!

PROMOTORE

Fondazione Vallemaggia Territorio Vivo