Sentieri

Prato Sornico... e le case signorili

Nei secoli passati Sornico ebbe un’importanza civile e religiosa particolare. La prima chiesa è antecedente il XIII secolo e fino all’inizio del XVII secolo, fu l’unica parrocchiale della Lavizzara. All’inizio del XV secolo, quando la Comunità civile di Lavizzara si staccò dal resto della Valmaggia, Sornico ne divenne il capoluogo, rimanendo tale sia durante il periodo dei baliaggi, sia dopo l’indipendenza cantonale. Nel nucleo di Sornico si conservano edifici di alto valore storico: la chiesa parrocchiale, il campanile, il palazzo della giudicatura, la torba, la casa parrocchiale, le case signorili e una casa in legno. Il cambiamento più importante del nucleo si ebbe nella prima metà del XX secolo con la demolizione di alcune case con portici, poste tra il campanile e l’attuale casa Moretti. Oggigiorno Sornico è un importante centro sportivo, in quanto ospita l’unica pista di ghiaccio artificiale coperta del Locarnese. agibile dametà ottobre a fine febbraio.

A pochi minuti di cammino da Sornico, si raggiunge Prato; l’insieme del villaggio grazie ai suoi bei palazzi, ha l’aspetto di una piccola borgata. Sono appunto questi edifici che caratterizzano essenzialmente Prato, dimore secentesche e settecentesche costruite in un periodo in cui le attività commerciali con l’estero di alcune famiglie avevano permesso di accumulare notevoli fortune. Le dimore avevano un aspetto assai ragguardevole pure nel loro interno e grazie alla sensibilità degli attuali proprietari, alcune hanno mantenuto le principali caratteristiche anche dopo i lavori di restauro degli ultimi decenni.

Per ulteriori informazioni scarica il pieghevole del Sentiero di Pietra (PDF).
La versione cartacea è disponibile presso gli infopoint turistici in Vallemaggia.